MSC Group: la SNAV, Società Navigazione Alta Velocità

SNAV, Società Navigazione Alta Velocità, è una compagnia di navigazione, parte del Gruppo MSC, che si occupa di collegamenti veloci nazionali e internazionali di corto raggio. la Società unisce Napoli con le numerose isole dell’omonimo golfo, offrendo corse giornaliere, tutto l’anno ed un servizio stagionale in estate tra Napoli e le isole Eolie in Sicilia. Le corse tra Ancona e Spalato sono disponibili da giugno a settembre e collegano la penisola con le più belle città costiere della Croazia. Può contare su una flotta di 9 mezzi veloci tra aliscafi, catamarani e monocarena.

Fondata nel 1957 come Aliscafi S.p.A. da Carlo Rodriquez a Messina, fu la prima compagnia di navigazione in Italia ad effettuare collegamenti marittimi di linea utilizzando un aliscafo, la Freccia del Sole, che con una velocità di crociera di 35 nodi era in grado di trasportare tra i porti di Messina, Reggio Calabria e le Isole Eolie 72 passeggeri.

Dal 1960 la Società si espande e assume l’esercizio regolare dei collegamenti tra il porto di Napoli, Capri ed Ischia. Nel 1962 venne costituita a Trapani la Società Aliscafi Sud S.p.A., a cura di imprenditori locali per i servizi da Trapani per Favignana, Levanzo e Marettimo. Nello stesso anno viene immesso sulle linee elbane tra Piombino e Portoferraio l’Aliscafo del Tirreno, registrato per la Aliscafi Alto Tirreno S.p.A. di Genova. Nel 1964 il nome viene modificato in Aliscafi – SNAV S.p.A. ed è istituita una corsa tra Napoli, Sorrento e Capri.

Nel 1971 viene costruito il primo RHS (Rodriquez Hydrofoil Ship), detto anche aliscafo della seconda generazione. I mezzi delle prime generazioni cominciano a dimostrarsi obsoleti rispetto alle aumentate richieste di passaggi e alle possibilità di affrontare linee di maggior durata grazie alle maggiori dimensioni della nave, quindi nel 1974 entra nella flotta SNAV il primo RHS 140, l’Alijumbo Ustica da 160 passeggeri. L’evoluzione continua e nel 1981 arriva l’RHS 200 Superjumbo, 136 tonnellate, capacità massima di 290 passeggeri e velocità di circa 35 nodi. E’ stato l’aliscafo più grande del mondo fino al 2016. Nel 1987 vengono avviate altre linee, oltre a quelle italiane, in Danimarca, Spagna, Grecia, Jugoslavia, Egitto, Tunisia e Sierra Leone; si fanno progetti per il Brasile, per il Mar Rosso e l’America. La Società diventa il fiore all’occhiello della Rodriquez.

Nel 1995 la SNAV viene acquistata dall’armatore Gianluigi Aponte che la ingloba nel suo MSC Group.

Nel 1996 il servizio viene implementato con l’ingresso di una nuova tipologia di mezzi veloci che permetteva il trasporto di un maggior numero di passeggeri, i catamarani, e progressivamente vengono disarmati gli aliscafi delle prime generazioni. Nel 2002 entrano in flotta i primi ferry cruise, SNAV Campania e SNAV Sicilia, da 27 mila tonnellate di stazza e 175 metri di lunghezza, per essere impiegati nei collegamenti tra Napoli e Palermo. Vengono attivati nuovi servizi tra Ancona e Spalato, nonché tra Pescara e l’Isola di Hvar in Croatia.

Nel 2004 viene ceduto alla Ustica Lines di Trapani il ramo d’azienda riguardante i collegamenti con le Isole Eolie, in seguito al contratto con la Regione Sicilia, congiuntamente a 350 marittimi e 8 mezzi tra aliscafi e catamarani.

Nel 2011 il Gruppo MSC acquisisce il 50% del capitale di Grandi Navi Veloci, diventandone l’azionista di maggioranza, creando così uno dei più grandi gruppi armatoriali del Mediterraneo. I tre ferry cruise di SNAV vengono inglobati nella flotta GNV che ora gestirà le tratte a lungo raggio, lasciando alla società fondata da Rodriquez i soli collegamenti veloci.

Oggi la Società Navigazione Alta Velocità gestisce i collegamenti veloci nazionali tra il porto di Napoli, le isole del Golfo, Pontine ed Eolie nel Mar Tirreno e internazionali tra Ancona, Spalato e le isole della Dalmazia.

Share This