Anche in mare l’attenzione per il cibo e la buona tavola non manca mai. È un’estate di grandi novità quella appena iniziata. Una stagione per tutti i gusti, all’insegna dell’internazionalizzazione. Tutte le specialità sono fresche e preparate con cura e conoscenze tradizionali, sulla base di ingredienti di alta qualità accuratamente selezionati. Ma andiamo un pò più nel dettaglio per scoprire quali sono le tendenze di bordo per l’estate 2017 e quali sono i gusti dei crocieristi.

Ce lo spiega Paolo Tarantino, Corporate Chef di MSC Crociere “Il vero successo della cucina in mare è la varietà. A bordo delle navi MSC Crociere viaggiano oltre 80 nazionalità diverse e dobbiamo soddisfare i gusti e le preferenze di tutti i passeggeri. Ad affascinare sempre di più c’è la cucina orientale, mentre è sempre più richiesta la proposta vegan. Spopola, invece, la cucina della nostra tradizione italiana”.

Se è vero che gli italiani amano e cercano la pasta, gli americani adorano la carne e i tedeschi chiedono zuppe e anatra, è altrettanto vero che gusti e tendenze sono influenzate da esigenze sempre diverse, legate non solo a ragioni culturali ma anche a scelte basate su salute e benessere. Trovano spazio a bordo anche i menu Wellness per i salutisti alla ricerca di un’estate all’insegna di relax e benessere e con un occhio sempre attento alla forma fisica e quelli Gluten free.

Paolo Tarantino ci illustra i piatti più richiesti a bordo e quali sono i trend per l’estate 2017:

1) POLLO TERIYAKI: si tratta di spiedini di pollo insaporito con un mix di ingredienti tipicamente giapponesi come la salsa di soia, il mirin e il vino di riso che formano una sorta di glassa sapida e dolce allo stesso tempo che avvolge i pezzi di pollo.

2) PAELLA DE MARISCOS: è sicuramente tra i più gettonati sulla flotta, servita in occasione della serata mediterranea. Sono molto apprezzate sia la versione classica che quella Valenciana. I suoi profumi e i suoi colori rendono questo piatto anche un capolavoro da vedere oltre che da gustare.

3) SEITAN: può essere definito come la “carne” dei vegani. Estratto dal grano, il Seitan è puro glutine ed è altamente proteico. Questo piatto, in tutte le sue varianti, è un servizio esclusivo offerto sullo Yacht Club, con l’offerta vegana che è ormai sempre più presente a bordo.

4) CEVICHE DI PESCE BIANCO: si tratta di una new entry a bordo della navi MSC Crociere. Viene servito come antipasto con cipolla rossa, limone e coriandolo, su coulis di peperoni. Un antipasto fresco ed estivo che anche esteticamente molto apprezzabile.

5) CASERECCE AL BRANZINO: un piatto di grande qualità figlio della creatività made in Italy. La cucina italiana infatti, spopola sempre più a bordo ed è sempre fortemente apprezzata

Rispetto alla cucina casalinga, la cucina di bordo implica alcuni vincoli determinanti, legati in primis alle tecniche di preparazione, che devono garantire un’attenzione particolare al tema della sicurezza alimentare. La differenza principale, però, è legata ai volumi: “Nelle cucine di bordo un piatto deve essere riprodotto per una media di 2.500 persone in 50 minuti”, spiega lo chef Tarantino. “Questo significa che un piatto che a casa o al ristorante prevede una media di 12 passaggi (‘tocchi’) a bordo deve essere impiattato in soli 3 passaggi – 5 per i piatti di gala“.

Lo Chef di MSC Crociere Paolo Tarantino propone quella che può definirsi “la ricetta dell’estate 2017”.

Caserecce al sughetto di branzino al profumo di limone e briciole di pane aromatico

Ingredienti x 4\6 persone

400 gr. di farina 00, 6 uova fresche, 2 branzini freschi, 1 acciuga sott’olio, 2 zucchine, 1 dl di vino bianco, 2 cucchiai di latte, prezzemolo, sale, pepe, olio d’oliva extravergine, pane in cassetta, 1 Limone di Sorrento.

Procedimento

Per il sughetto di branzino: in una padella con olio e rosolare le zucchine tagliate finemente. Aggiungere il branzino sfilettato, privato della pelle e delle lische. Lasciare cucinare per qualche minuto spezzettandolo con un cucchiaio (meglio se di legno). Sfumare con vino bianco, aggiungere l’acciuga, 1\2 bicchiere di latte. Aggiustare di sapore a piacere, da ultimo aggiungere un pizzico di scorza di limone grattugiata e poco prezzemolo tritato finemente. La salsa deve essere pronta in soli 12 minuti e non di più! Il “sughetto” deve risultare abbastanza liquido.

Per la pasta: sopra un asse di legno, disporre la farina a modo fontana, pizzico di sale e si parte…. Impastare man mano la farina con le uova dal centro verso l’esterno, senza creare grumi. Inserire l’impasto nel torchio e tagliare la lunghezza desiderata! Se non avete il torchio per le casarecce potete fare benissimo degli ottimi tagliolini a mano.

Per il pane aromatico: nel tritatutto per minipimer sminuzzare il pane in cassetta solo la parte bianca con la maggiorana, scorza di limone grattugiata e un filo d’olio. In una padella antiaderente, tostare le briciole di pane fresco in poco olio extra vergine di oliva, mescolare il tutto fin quando le briciole non saranno dorate. Tenere da parte la panure.

Cucinare la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e saltarla insieme al sugo di branzino, aggiungendo poca acqua di cottura. A fuoco spento aggiungere la panura aromatizzata e un filo di olio extravergine di oliva.

Impiattare le casarecce con un’ultima spolverizzata di panure.

Buon appetito!