Due giorni fa MSC Crociere ed STX France hanno annunciato, nella cornice del Palazzo dell’Eliseo a Parigi, la firma della lettera d’intenti per la costruzione di quattro nuove navi denominate “World Class” che andranno in consegna a partire dal 2022. Una data lontana, prendendo in considerazione le altre sette navi che vedranno la luce dal 2017 al 2020, in primis MSC Meraviglia ed MSC Seaside, le capostipiti delle due future classi; sarà dunque per questo motivo che in allegato all’annuncio la Compagnia non ha presentato un rendering, un progetto grafico, del prototipo, molto lontano nel tempo.

Nelle dichiarazioni ufficiali il Presidente Vago ha parlato di un prototipo dal design futuristico, completamente diverso dall’esistente nel settore delle crociere.

La nostra curiosità non poteva essere soddisfatta da queste poche parole e quindi siamo andati alla ricerca di qualche prova concreta di questo design futuristico e le nostre ricerche hanno dato dei frutti interessanti, che ora vi mostreremo.

Xp Tray MSC World

Stiamo parlando del progetto Xp Tray – Experience the Sea che STX Europe, il gruppo a cui fa capo STX France, ha presentato alla fiera crocieristica più importante del mondo, il Seatrade di Miami, nell’edizione del 2013. Il prototipo fu sviluppato da STX Finland, l’allora branca scandinava del gruppo, oggi in mano a Meyer Werft e presentato come un’alternativa alle navi di classe Oasis, le più grandi mai costruite e che hanno preso forma proprio a Turku, in Finlandia.

Potrebbe essere questo prototipo la base della futura World Class?

Tra le caratteristiche salienti del prototipo troviamo un design del tutto innovativo ed una propulsione eco-friendly a GNL, gas naturale liquefatto.

Xp Tray presenta, accostandosi al progetto Seaside, uno spiccato contatto con mare dato dai vasti spazi esterni che ospitano le varie attività in un’ottica di staging solutions, ovvero di mutazione degli spazi in base ai diversi scopi nel corso della giornata. Un solarium di giorno, un bar sul mare di sera; uno spazio dedicato all’intrattenimento che muta in un ristorante e così via. Il tutto è sormontato da una longilinea struttura che ospita cabine ed altri locali, raggiungendo i ponti superiori.

In un ottica di abbassamento progressivo dei consumi globali, STX pensa a diverse soluzioni che rendano l’impiegoXp Tray MSC World di energia il più basso possibile. La propulsione a GNL, il recupero del calore prodotto dai rifiuti di scarto ed altre applicazioni per la produzione di energia verde ed efficiente rendono Xp Tray la nave la più eco-friendly mai pensata. Inoltre altri passi in questa direzione sono l’efficientamento delle strutture di servizio connesse alle offerte di bordo e il miglioramento della logistica posizionando la stiva e i luoghi di ristorazione il più vicino possibile.

Ad ogni modo non ci resta che aspettare ulteriori notizie da parte di MSC, magari per avvalorare questa nostra tesi, che sottolineamo essere una mera ipotesi basata su un progetto presentato negli anni passati ma che comunque ha dei punti di contatto con le parole di Vago e con il cantiere che andrà a costruire la World Class.

banner post eng