Storia: MSC Melody, una piccola grande ammiraglia

Negli anni ’70, il settore crocieristico subì una battuta d’arresto provocata dalla crisi petrolifera e dalla conseguente rapida inflazione dei costi operativi. Ma la fine del decennio vide una grande ripresa del settore con un numero record di nuove navi in ordine, è in questi tempi che la compagnia Home lines decise di sostituire la vecchia Doric con una nuova costruzione.

La nuova nave fu commissionata ai francesi Chantiers du Nord et de le Mediterranee per un costo totale di 110 milioni di dollari. La costruzione iniziò nel nel dicembre del 1979 e la nave fu varata nel febbraio del 1981 e battezzata nell’aprile del 1982 con il nome di Atlantic. L’Atlantic era stata progettata per crociere settimanali tra New York e Bermuda in estate, e itinerari nei Caraibi in inverno. Tuttavia, la crescente concorrenza e il costo per la costruzione di una nuova nave, la Homeric, costrinsero la Home Lines a cessare le attività nel 1988. L’Altlantic fu successivamente acquistata dalla Holland America e noleggiata dalla Premier Cruise Line con il nome di Starship Atlantic.

Premier mandò la nave nei cantieri di Bremerhaven per un importante refit che aumentò la capacità per un totale di 1652 passeggeri contro i 1278 iniziali. Anche i locali pubblici subirono un profondo restyling dal noto designer greco A&M Katzourakis. Dai cantieri uscì una bellissima nave adatta alle famiglie con uno splendido scafo dipinto di rosso grazie al quale alla nave fu attribuito l’appellativo “The Big Red Boat”, la grande nave rossa. Per ben nove anni la grande nave rossa percorse gli stessi itinerari di 3 e 4 giorni tra Florida e le Bahamas come nave ufficiale della Walt Disney. Ma quando il contratto con la Disney non fu più rinnovato, Premier Cruise Line decise di ritirare la nave dal servizio.

Così, nel gennaio del 1997, la nave fu acquistata dalla neo-nata Mediterranean Shipping Cruises per il modico prezzo di 70 milioni di dollari che riflette l’eccellente condizione della nave al momento della vendita, e ribattezzata Melody. La Melody diventò in poco tempo una delle navi più apprezzate della flotta MSC grazie anche al suo fascino retrò. Nel 2009 Melody divenne conosciuta per l’episodio accaduto il 26 aprile 2009, quando durante la notte la nave veniva attaccata da un gruppo di pirati somali al largo delle Seychelles, nel corso di una crociera di posizionamento dal Sud Africa all’Italia. Grazie al pronto intervento della security di bordo e del Comandante Ciro Pinto, l’attacco fu sventato e la Melody continuò la sua navigazione, scortata dalla nave della Marina spagnola Marques de la Ensenada.

Dopo anni di onorata carriera, è stata ufficialmente venduta nel 2013 in occasione dell’entrata in servizio della nuova ammiraglia MSC Preziosa.

Share This