MSC e Fincantieri hanno raggiunto un accordo per l’installazione del sistema scrubber su tutte le 12 navi della flotta, come annunciato dal sito specializzato The Meditelegraph. Un accordo che rende ancora più importante la partnership tra la compagnia di Aponte e il colosso cantieristico italiano, dopo l’ordine di due navi più una in opzione di classe Seaside e l’affidamento dei dry dock della flotta.

Un piano già messo in moto da MSC Fantasia, la prima nave della flotta ad essere dotato di MSC Fantasia scrubberquesto sistema che permette di abbattere oltre il 97% delle emissioni di anidride solforosa generate dai motori diesel delle navi da crociera, sottoposta all’intervento nel corso del suo ultimo dry dock negli stabilimenti Fincantieri di Palermo lo scorso novembre.

L’installazione avverrà su tutta la flotta entro il 2020 nel corso delle soste in cantiere che le navi MSC effettuato ogni circa due anni per la manutenzione ordinaria e straordinaria, come in questo caso. Saranno sottoposte anche le quattro navi della rinnovata classe Lirica, in quanto l’intervento non era stato ancora previsto dalla Compagnia durante il Programma Rinascimento. Le nuove costruzioni, Meraviglia e Seaside, usciranno dai cantieri di Saint Nazaire e Monfalcone già predisposte con questo sistema di che consente di abbattere la concentrazione di sostanze inquinanti.

La prossima nave, molto probabilmente, sarà MSC Preziosa, attesa a Palermo per il prossimo mese di gennaio.